Bobina BAC Bifiliare Autoinduttiva Chiusa

Bobina BAC

Bobina Bifiliare Chiusa Autoinduttiva

BAC Coil – Bifiliar Autoinductive Closed Coil
Tesla_Sarony

BACBAC SEMPLICE *VELOCE*FREE
COSTRUITELA VOI STESSI


Bobina BAC
NON USA MAGNETI , BATTERIE , CORRENTE
SI AUTOALIMENTA DALLE FREQUENZE PRESENTI NELL’ARIA E DALLE CARICHE ELETTRICHE PRESENTI NEI FLUIDI

Ogni idea è frutto di studi derivati da Nikola Tesla , Magnetismo, FluidoDinamica, ad ognuno il proprio merito e rispetto. Questo studio si prefigge di rendere alla portata di tutti, l’applicazione pratica dell’ Energia che crea il tutto di cui l’elettromagnetismo è una manifestazione molto potente nella nostra realtà.
Possibili applicazioni della Bobina BAC:
Su tubi carburante Benzina – Diesel -GPL – Metano – Automobili – Moto – Barche – Scooter – Generatori Caldaie a Gas – Forni a Gas – Fornelli a Gas

Principi di Funzionamento
* Una bobina di filo di rame idolatro avvolto su un supporto, ad esempio un tubo, quando percorsa da corrente e tensione elettrica, crea un campo magnetico all’interno della bobina stessa. E’ l’effetto chiamato Induzione Elettromagnetica* Un fluido che passa nel tubo, viene magnetizzato dal campo elettromagnetico creato dalla kbobina BAC intorno ad esso,
per Induzione.* Il passaggio di un fluido, che possiede anche se debole una piccola carica elettrica, in un tubo, induce una corrente che carica la bobina avvolta sopra il tubo stesso, che a sua volta crea un campo elettromagnetico all’interno del tubo nel senso della sua lunghezza.* L’acqua che si magnetizza attraversando il tubo, ha moltissime proprietà… ancora molte da scoprire. Acqua magnetizzata*.

Bobina BAC

* La Bobina BAC Chiusa, in Corto Circuito, da 15 a 30 giri di filo di rame isolato, funziona da antenna che riceve le frequenze Microonde che sono nell’ambiente circostante, comprese tra 8 – 15 GHz.* Con numero di Volt + alti ai capi di una bobina, il campo magnetico generato dalla bobina sarà maggiore.
L’utilizzo di una bobina BIFILIARE aumenta di molte volte il voltaggio che si crea ai capi della bobina, per un efficienza molto + alta, nella creazione del campo elettromagnetico della bobina.
Secondo i test, con l’uso prolungato del dispositivo, le performance totali aumentano lentamente.
BAC BACPossibili applicazioni Bobina BAC:

Su Tubi portanti Acqua –
tubi impianto termosifoni –
Rubinetti –
Doccie –
Caldaie

Si ottiene eliminazione in parte di: depositi, odori, sapori di calcare, cloro e sostanze presenti nell’acqua.
Ciò che normalmente chiamiamo “ACQUA”, è quasi sempre una “Soluzione di Acqua + Minerali e Metalli”.BAC
Quindi, vuol dire che nell’acqua sono sciolte altre sostanze tipo calcare , cloro , arsenico, fluoro e altro. L’Acqua Magnetizzata, per la configurazione molecolare che assume, dagli esperimenti eseguiti sembrano dimostare la tendenza a “espellere da sè stessa” le sostanze disciolte.
Cioè tende a rendere parte delle sostanze, INSOLUBILI, e comincia a pulire e decalcificare l’interno del tubo dove passa.
Si capisce dal fatto che si possono notare a occhio nudo, sul fondo di bicchieri e bottiglie trasparenti, residui e granellini delle sostanze addensate espulse dall’acqua.

Possibili applicazioni Bobina BAC:
Su Tubi portanti Acqua –
tubi impianto termosifoni –
Rubinetti –
Doccie –
Caldaie

Si ottiene eliminazione in parte di: depositi, odori, sapori di calcare, cloro e sostanze presenti nell’acqua.
Ciò che normalmente chiamiamo “ACQUA”, è quasi sempre una “Soluzione di Acqua + Minerali e Metalli”. Bobina BAC
Quindi, vuol dire che nell’acqua sono sciolte altre sostanze tipo calcare , cloro , arsenico, fluoro e altro. L’Acqua Magnetizzata, per la configurazione molecolare che assume, dagli esperimenti eseguiti sembrano dimostare la tendenza a “espellere da sè stessa” le sostanze disciolte.
Cioè tende a rendere parte delle sostanze, INSOLUBILI, e comincia a pulire e decalcificare l’interno del tubo dove passa.
Si capisce dal fatto che si possono notare a occhio nudo, sul fondo di bicchieri e bottiglie trasparenti, residui e granellini delle sostanze addensate espulse dall’acqua

Altre info su Acqua Magnetizzata
Risultati ottenuti dalle sperimentazioni effettuate:
Riduzione del calcare in lavandini, lavatrici, doccie, innaffaiatoi da giardinoMaggior assorbimento dell’acqua magnetizzata, da parte dei tessuti biologici e sintetici,
con conseguenti migliori lavaggi con temperature + basse e meno detersivi.
Migliore pulizia della pelle, per la propria igiene, miglior pulizia nei lavaggi dei cibi.

Lavaggio con lavatrice
Situazione iniziale:
Lavatrice di 4 anni, lascia ancora macchie anche con additivo a base di “Ossigeno Attivo”
e detersivo in capsule a 60 gradi
Successivamente:
Lavatrice lava bene, senza aloni e macchie, senza additivi, solo detersivo in capsula a 60 gradi. Dopo qualche lavaggio, i panni lavati sono piu’ morbidi al tatto.Acqua rubinetto cucina:
L’Acqua inizialmente aveva molto calcare disciolto e il sapore non era piacevole affatto.
Dopo l’applicazione su tubo lavandino, mandata acqua fredda, si comincia sempre piu’ a sentire l’acqua “molto piu’ leggera” al gusto, al palato.
Anche i cibi cotti con quest’acqua, sono piu’ “digeribili”, appesantiscono meno lo stomaco, a parità di quantità di cibo confronto a prima di essere preparati, lavati, puliti, cotti, con quest’acqua.
Lavaggio delle superfici senza lasciare aloni.
Vetri e superfici + pulite e senza residui. Gas cucina
Doccia

Dopo l’applicazione della BOBINA BAC sul tubo dello spruzzino della doccia, la pelle rimane + pulita e morbida usando meno sapone e shampoo
Risultati e impressioni delle prove di varie persone su: Facebook

VANTAGGI INSTALLANDO LA “Bobina BAC”
1) Riduzione di Calcare, Fluoro, Sostanze Chimiche disciolte e Metalli Pesanti.
2) Mai più ugelli di rubinetti e doccie intasati dal Calcare
3) Lavatrice piu’ pulita, lava bene con meno detersivo e senza additivi, lasciando i tessuti morbidi e profumati, nessun anticalcare o ammorbidente
4) Vetri e superfici pulite senza aloni
5) Acqua da bere e per cucinare pura, leggera, gradevole al gusto e molto energetica, conseguentemente minor appetito e calo naturale di peso corporeo, senza cambiare la propria alimentazione. Si tende naturalmente e senza sforzo a diminuire le porzioni delle pietanze.
6) Potenziamento effetti di tisane, infusi naturali, profumi, essenze verie e Fiori di Bach.
7) Rinvigorimento muscolare, diminuizione di dolori, accelerazione del processo di guarigione da malattie di qualunque tipo, quindi meno visite mediche e meno farmaci da assumere nel tempo.
8) Persone, Piante e Anima-li più vigorosi e sani.
9) Scarichi fognari piu’ puliti e quindi minor bisogno di manutenzione e spurgo.
10) Doccia più detergente, molto rinvigorente e lascia la pelle liscia e morbida
11) Sonno migliorato, piu’ riposante e piu’ intenso. Si tende a sognare di piu’ e a ricordarsi meglio i sogni. Chi non sogna da anni anche, ricomincia a sognare.
11) I cani si sverminano da soli, espellendo “gli intrusi” con le feci, perdono meno pelo ed è più lucido. La loro salute complessiva migliora notevolmente.
12) Acqua in pentola bolle prima, a parità di gas utilizzato
13) I cibi lavati, cotti e preparati hanno un sapore migliore, sono piu’ leggeri e digeribili.
14) Non crescono alghe e non si depositano insetti e larve, in stagni, laghetti e piscine con acqua sempre in movimento.
15) Cattivi odori quasi assenti, dagli scarichi della toilette.
16) Innalzamento della propria Energia Vitale e progressivo sblocco e decalcificazione della Ghiandola Pineale.
17) Riduzione e sparizione successiva di “Interferenze Psichiche”, diurne e notturne.

Informazioni tecniche, per chi è del settore. Brevetti e sorgenti in studio per la sperimentazione.
Burner fuel line enhancement device
Numero di pubblicazioneUS5134985 A
Tipo di pubblicazione Concessione Numero domandaUS 07/647,330
Data di pubblicazione4 ago 1992
Data di registrazione28 gen 1991
Data di priorità28 gen 1991
Stato tariffa Scaduta
Nikola Tesla spiega che con una bobina standard di 1000 giri di filo, con un potenziale di 100 volts ai suoi capi, si ha una differenza di 0,1 Volt tra ogni giro di filo.
Una bobina Bifiliare simile, ha un potenziale di 50 Volts tra ogni giro di filo.
In questo caso l’ Energia contenuta è una funzione del quadrato del voltaggio e l’Energia nella Bifiliare
è 50x 50 / 0,1 x 0,1 = 2500 / 0,1 = Può generare 250,000 Volte piu’ Energia in una bobina standard
La Bobina Bifiliare: La bobina risponde
+ veloce agli impulsi Un campo magnetico
+ potente prodotto BackEMF maggiore prodotta
quando il campo collassa Uscita di Generatori
Seguono i collegamenti classici degli avvolgimenti di una bobina bifiliare standard
BACISTRUZIONI PER TUTTI:
Costruire la Bobina BAC – Bifiliare Autoinduttiva Chiusa per magnetizare acqua – carburante – gas
Tagliare 2 fili della stessa lunghezza ( almeno 2,5 metri l’uno) di filo elettrico di rame isolato da 1,5 mmq. Avvolgere i fili sempre DESTROGIRO, sempre nel verso che segue l’acqua.

2) Avvolgere da 15 a 30 giri sul tubo, senza mai far accavallare i fili, e fissare con del nastro isolante lasciando liberi al principio e alla fine almeno 10 cm di filo
Fate 3,4 giri iniziali e fissare subito con nastro.
Sarà + facile l’avvolgimento. Fissate la fine con nastro ben tirato.
3) Girare i fili verso il capo opposto fino a sovrapporli in lunghezza almeno di 5 cm.
Rimuovere con una forbice l’isolamento di plastica
ai capi del filo per almeno 2 cm.
4) Unire assieme i 2 capi di filo interni assieme, e i 2 capi del filo esterni assieme e nastrare il tutto.

In sviluppo ulteriori miglioramenti, con altre tecnologie, frequenze di lavoro, materiali diversi, e una nuova combinazione per una soluzione con rendimenti maggiori. Si sperimenta e costruisce, dispositivi per l’utilizzo di questa tecnologia.

pagina

Magravs Energia Gratis

Magravs Power Point Unit: free energy

MAGRAVS POWER POINT UNIT: TECNOLOGIA OPENSOURCE KESHE 

magravs power point

MAGRAVS POWER POINT COSTRUISCI DA TE IL REATTORE

Come dichiarato ancora molto tempo fa, la Keshe Foundation continua nel suo programma per rendere liberamente disponibile al pubblico la tecnologia Magravs Power Point.

Questa volta è il turno delle istruzioni passo passo per tutti coloro che desiderassero realizzare da sé la Magravs Power Point Unit che è stata presentata a Roma, come abbiamo visto in questo post del mese scorso. Le istruzioni sono state recentemente pubblicate al link che indichiamo nel prosieguo dell’articolo. Sul web vi sono ormai molti video esplicativi girati da chi sta realizzando e condivide informazioni e soluzioni.

Il principio di questo approccio da parte della Keshe Foundation è che tutti coloro che vogliono realizzare di persona la propria autonomia energetica devono essere messi in condizione di farlo, mentre chi non intende far da sé, anche perché ciò comporta capacità manuali e volontà di comprensione fattiva, che non necessariamente è in tutti diffusa, deve essere messo in condizioni di poter acquistare il sistema ad un prezzo tale da garantire una diffusione massificata.

Ecco quindi qui di seguito la manualistica in pdf per realizzarsi il sistema, che abbiamo ordinato in tre finestre scribd, di facile consultazione.

vai alla pagina>>>

 

FREE ENERGY, FINALMENTE.

FREE ENERGY

FREE ENERGYVenerdì 16 Ottobre 2015 la FREE ENERGY è arrivata, è stata presentata a Roma ad ambasciatori di varie nazioni, invitati dalla Fondazione Keshe all’evento “III World Ambassador Meeting – Free Energy in exchange for Peace”.
Ad ognuno di loro è stato donato dal Direttore della Fondazione, il fisico nucleare Mehran Tavakoli Keshe, un esemplare funzionante di reattore al plasma e una chiavetta usb contenente i relativi piani di costruzione, affinché consegnino il tutto ai propri capi di stato e comitati scientifici ed entro 10 giorni i rispettivi governi diano una risposta ufficiale riguardo alla messa in programma della produzione dei dispositivi per la gente.
Dopo tale termine i reattori verranno consegnati a chi ne ha fatto ordine sul sito della Fondazione Keshe.
La consegna delle unità ha avuto come condizione la firma del “World Peace Treaty” Trattato di Pace Mondiale, affinché questa nuova tecnologia venga impiegata unicamente per portare la pace nel mondo, e anzi ne diventi il principale strumento.

FREE ENERGY

Tra i diplomatici che hanno preso in consegna la nuova tecnologia, oltre a quelli di vari governi africani, vi erano rappresentanti della Palestina, della Cina, di paesi della Federazione Russa e del Vaticano.

Nell’evento è stata annunciato anche l’imminente inizio delle trasmissioni di una nuova emittente televisiva che trasmetterà in UHD 4K, altissima definizione, programmi di effettivo interesse generale e un notiziario in 27 lingue.

L’evento è stato diffuso via web dai canali live streaming della Fondazione Keshe e dello Spaceship Institute.

L’unità MAGRAVS POWER, di piccole dimensioni e chiusa in un involucro di colore azzurro, oltre a rispondere alle necessità energetiche per la casa e l’automobile, è utile per produrre cibo, acqua, materiali e come propulsione per sistemi di volo.

Un capitolo nuovo della storia ha ora l’opportunità di aprirsi per tutti, l’era dell’indipendenza energetica e dell’accesso allo spazio.

Jervé

per rivedere in differita l’evento di venerdì 16 Ottobre:

LIVESTREAM KESHE AMBASSADORS MEETING

http://www.keshefoundation.org/media-a-papers/keshe-news/377-3rd-ambassador-invitation

Forza Odica del Barone Karl von Reichenbach

 Forza Odica

(anche detta Od [od], Odyle) è il nome dato a metà del XIX secolo ad una ipotetica energia vitale o forza vitale, dal Barone Karl von Reichenbach, eclettico scienziato tedesco noto per la scoperta di molte sostanze chimiche e di nuovi processi industriali.

Forza Odica

Reichenbach stava indagando sul modo in cui il sistema nervoso di persone affette da nevrastenia, sonnambulismo, isteria e fobie fosse influenzato da varie sostanze e dalle fasi lunari. In seguito a ciò, egli fu portato a concepire l’esistenza di una nuova forza affine all’elettricità, magnetismo e calore. Egli ritenne inizialmente che tale forza fosse irradiata da molte sostanze e, in seguito, da tutta la materia in quanto tale, e che l’influenza sul sistema nervoso delle persone è tanto maggiore quanto più queste sono sensibili. Reichenbach la chiamò “Forza Odica”.

Grazie alla disponibilità economica e alla influenza acquisite con le scoperte di utilità industriale, Reichenbach dedicò tutto il suo tempo ad indagare con metodo e meticolosità la nuova forza da lui ipotizzata. Dopo moltissimi esperimenti eseguiti con l’aiuto di sensitiviche fungevano da “strumenti di rilevazione”, Reichenbach pubblicò nel 1840 un ponderoso volume in lingua tedesca dal titolo “Physikalisch-physiologische Untersuchungen über die Dynamide des Magnetismus”, successivamente tradotto nel 1851 nell’inglese “Physico-Physiological Researches on the Dynamics of Magnetism, Electricity, Heat, Light, Crystallization, and Chemism, in their Relations to Vital Force”. In questa voluminosa opera, Reichenbach rivela che la forza Odica è visibile da tutte le persone che abbiano un minimo di sensitività, a condizione di essere nella più totale oscurità e dopo almeno una o due ore di adattamento della vista al buio totale.

Forza Odica

Ecco come, secondo Reichenbach, apparirebbe la Forza Odica di una mano e di un cristallo, al buio, all’occhio del sensitivo (dettaglio, dall’opera “Researches on Magnetism, ecc.”, Pubblico dominio.)

A tale scopo Reichenbach aveva adattato una stanza del suo castello di Reisenberg a camera oscura, schermandola totalmente dalla luce esterna, e in essa sperimentò a lungo con soggetti ritenuti sensitivi in base a determinate caratteristiche da lui notate. Nella succitata opera Rechenbach afferma che in tali condizioni la forza Odica appare ai soggetti sensibili come una tenue luminosità, un’aura che circonda gli esseri viventi, in ogni parte del corpo ma soprattutto da mani, piedi e testa. Tale luminosità promanerebbe anche dai cristalli, e specialmente dalla loro punta, dalla quale sarebbe emanato una sorta di “pennacchio” simile a quello di una fiamma. Anche i magneti secondo Reichenbach emettono allo stesso modo dai loro poli. Osservando diversi materiali e sostanze chimiche i sensitivi riferirono a Reichenbach che anche questi avevano una loro luminosità caratteristica e davano loro sensazioni peculiari e riconoscibili. Egli ci dice che la Forza Odica viene liberata inoltre anche dalle reazioni chimiche di ogni genere, dallavibrazione acustica e dall’attrito, sempre con le stesse caratteristiche.Reichenbach riporta di aver così scoperto che la forza Odica è polare, si manifesta cioè in un modo duale, essendo visualizzata e percepita dalle persone abbastanza sensibili con due diverse modalità, le quali danno diverse sensazioni. La prima, definita Od-negativo, appare alla vista di colore blu/violetto e al contatto dà una lieve sensazione di piacevole freschezza che si diffonde nella mano e nel braccio. Essa promana dalla punta dei cristalli, dal polo nord dei magneti, dalla maggior parte delle sostanze acide, da tutti i corpi quando vengono riscaldati, dai corpi in intensa vibrazione acustica, dalla luce solare riflessa (specialmente nella componente blu-violetto), e da tutte le reazioni chimiche. La seconda, definita Od-positivo, appare alla vista di colore rosso/giallo e al contatto dà una lieve sensazione di sgradevole tepore. Questa promana invece dalla base dei cristalli, dal polo sud dei magneti, dalla maggior parte delle sostanze alcaline, dalla luce solare rifratta e da quella lunare (specie nella componente rosso-arancione-giallo), e dalla frizione dei corpi (attrito).

Reichenbach ipotizzava, nella sua opera “Physico-Physiological Researches on the Dynamics of Magnetism, Electricity, Heat, Light, Crystallization, and Chemism, in their Relations to Vital Force”, che di conseguenza anche la respirazione e la digestione generassero forza Odica, in quanto reazioni chimiche. Con molte osservazioni nella camera oscura, egli ne ebbe conferma. Reichenbach era a conoscenza delle tinozze di “acqua magnetizzata” usate da Franz Anton Mesmer nelle sue “sedute terapeutiche”, e da opere dello stesso (Memoires de Mesmer) aveva appreso che si trattava di tini di legno pieni d’acqua, sul cui fondo erano disposti molti strati alternati di varie sostanze putrescibili o comunque reagenti con l’acqua. Questo convinse Reichenbach che in tal modo Mesmer generava in effetti grosse quantità di forza Odica. Dunque, egli si disse, altrettanto avviene nell’intestino crasso, durante la digestione, in aggiunta alle reazioni chimiche della respirazione e di tutto il metabolismo. Così si convinse definitivamente che l’energia Odica osservata dai suoi sensitivi come promanante da tutti gli esseri viventi, detta aura, avesse proprio tale origine.

I fautori della Forza Odica dicono che essa è assai simile al concetto orientale di prana e qi. Ma Von Reichenbach non collegò la forza Odica con altre teorie vitalistiche, a parte il citato mesmerismo.

 

L’energia Odica, o Od, è una particolare manifestazione dell’energia eterica, e ne è anche l’aspetto più affascinante e meno compreso.

Questo libro è un concentrato delle ricerche di Reichenbach sulla misteriosa forza Odica, da lui scoperta ma osteggiata dalla scienza ufficiale del suo tempo. Rivolgendosi direttamente al lettore, Reichenbach lo conduce gradualmente attraverso le sue affascinanti scoperte sulla misteriosa luce odica.

Le numerose note del traduttore chiariscono tutti i termini e i concetti tecnici, e le Appendici forniscono molte altre utili informazioni aggiuntive.

Il lettore interessato alle cosiddette “energie sottili” (etere, orgone, prana, chi, feng-shui, energia tachionica, campo del punto zero, materia/energia oscura, ecc.) trova in questo libro moltissimi spunti per eseguire i propri esperimenti.

AUTORE

Karl Von Reichenbach (1788-1869) è stato un genio del suo tempo: illustre chimico, geologo, metallurgista, naturalista, imprenditore industriale, filosofo, membro della prestigiosa Accademia Prussiana delle Scienze, innovò l’industria siderurgica, scoprì molti prodotti chimici (paraffina, acido fenico, creosoto, e altri). Dal 1839 studiò patologie come la nevrastenia e il sonnambulismo, che lo portarono infine alla scoperta e allo studi dell’energia vitale che permea ogni cosa, e dei misteriosi ed affascinanti fenomeni ad essa collegati.

 

http://www.italydee.com/news/forza-odica/