Oscillatore a Lunghezza d’Onda Multipla O.L.O.M.

OSCILLATORE A LUNGHEZZA D’ONDA MULTIPLA

Oscillatore a lunghezza d’onda multipla

OSCILLATORE A LUNGHEZZA D'ONDA MULTIPLA
George Lakhovsky 1870-1942

Da un punto di vista bioelettrico, l’organismo umano è composto da un complesso sistema di elementi elettromagnetici, che in condizione fisiologica oscillano ad una certa frequenza sotto l’influsso ed in armonia con l’energia del sole, nostro datore di vita.

Georges Lakhovsky, biologo e scienziato russo, partendo da queste osservazioni sulla natura elettromagnetica delle strutture viventi vegetali ed animali, ideò e costruì un apparecchio in grado di produrre un campo elettromagnetico oscillatorio, uguale a quello del sole, capace di riequilibrare le strutture viventi alterate dalla malattia.

Qui di seguito potrete scaricare il progetto per la costruzione dell’oscillatore a lunghezza d’onda multipla come lo aveva concepito G. Lakhovsky.

Oscillatore a Lunghezza d’Onda Multipla Orgonico Radionico Aureo O.L.O.M. O.R.A.

oscillatore a lunghezza d'onda multipla
L’Oscillatore a Lunghezza d’Onda Multipla (OLOM ORA) è uno strumento radionico il cui prototipo fu messo a punto da Georges Lakhovsky nel 1931. Lakhovsky sosteneva che il nucleo di una cellula viva può paragonarsi ad un circuito elettrico oscillante che emette e riceve radiazioni. Se qualcosa altera l’equilibrio di emissione e di ricezione, ecco che viene predisposto il terreno per la malattia.
GEORGES LAKHOVSKY

Nacque nel 1870, in Russia, si laureò in Ingegneria nel 1894 e visse in Francia sino alla morte. Con i suoi studi applicati, che iniziarono nel 1924 presso l’ospedale della Salpetriére a Parigi, prese l’avvio la sua ricerca in campo medico. I suoi “Circuiti Oscillanti” lo portarono alla ribalta internazionale per quanto riguarda la battaglia contro il cancro, facendolo conoscere in tutto il mondo. Dal 1926 al 1938 scrisse 21 libri, tradotti in diverse lingue.. Morì nel novembre 1942, lasciando alla medicina una porta aperta verso le nuove cure cosmo-vibrazionali.RICERCHE APPLICATE

Oscillatore a Lunghezza d'Onda MultiplaE’ stato uno dei più autorevoli ricercatori e, nei suoi saggi illustrò la correlazione dell’irraggiamento cosmo-tellurico con l’insorgenza di infinite patologie degenerative quali il cancro e la leucemia infantile. Lakhovsky scoprì il rimedio che gli permise di salvare decine di migliaia di persone. Le sue ricerche applicate hanno prodotto infinite testimonianze scientifiche sulle degenerazioni cellulari generate dall’irragiamento geopatico. Dopo aver individuato le cause dell’insorgenza delle principali malattie, animali e piante scoprì il rimedio che gli permise di salvare decine di migliaia di persone, animali e piante. Nel corso degli anni, i suoi circuiti oscillanti aperti resero possibile ristabilire le armoniche vibrazionali che consentivano alle cellule, in via di degenerazione, di riequilibrarsi e quindi guarire. Il grande ricercatore, grazie alla sua scoperta, ottenne straordinarie guarigioni su soggetti che la classe medica del tempo aveva diagnosticato inguaribili. Illustri cattedratici, medici, ricercatori hanno adottato le metodologie messe a punto da Lakhovsky perfezionandole e divulgandole, sia a scopo preventivo che terapeutico.L’ORGANISMO E LE CELLULE

Da un punto di vista bioelettrico l’organismo umano è composto da un complesso sistema di elementi elettromagnetici, che in condizione fisiologica sana, oscillano ad una certa frequenza, sotto l’influsso ed in armonia con l’energia del sole. Ogni cellula del corpo umano ha una propria armonia oscillante che la mantiene sana e vitale. Succede, talvolta, che determinati fattori ambientali, quali influenze da geopatie, alterazioni dei campi prodotti da onde cosmiche, telluriche o atmosferiche, ed anche fattori personali quali traumi, schok, dispiaceri o preoccupazioni gravi, età, sconvolgano l’equilibrio oscillatorio e cellulare dell’organismo, con ciò i valori delle cellule sane si abbassano e concorrono nello sviluppo di malattie anche gravi.LE RICERCHE
G. Lakhovsky, partendo da queste osservazioni sulla natura elettromagnetica delle strutture viventi vegetali ed animali, mise a punto un apparecchio in grado di produrre un campo elettromagnetico oscillatorio, uguale a quello del sole, capace di riequilibrare le strutture viventi alterate.L’OSCILLATORE

L’oscillatore a lunghezza d’onda multipla genera cicli di onde che vanno oltre i 200.000.000 cicli al secondo, questo fa in modo che ogni cellula assuma la sintonia vibratoria che gli necessita per conservare o recuperare il suo livello di energia e di vitalità. In altre parole, l’oscillatore a lunghezza d’onda multipla, crea un campo locale che canalizza e “filtra”, le onde cosmiche necessarie per una ottimale oscillazione cellulare, ciò produce una rigenerazione di tutte le cellule del corpo e contribuisce a mantenere un corpo sano e/o a recuperare la salute perduta. La forza elettromotrice prodotta dall’oscillatore a lunghezza d’onda multipla è indotta nel nucleo della cellula per mezzo dell’elettrolisi, amalgama la memoria del RNA-DNA,.

RNA-DNA

Oscillatore a Lunghezza d'Onda MultiplaSono gli acidi nucleici i quali formano una parte importantissima ed essenziale del processo costruttivo delle cellule. Gli acidi nucleici dall’interno del nucleo cellulare governano i processi vitali e quelli del metabolismo per la costruzione delle differenti strutture proteiche. Più l’individuo avanza nell’età pù necessita di acidi nucleici per mantenere in efficienza il processo del rinnovo cellulare.

DATI TECNICI

L’abbassamento di energia delle cellule viene espresso dall’organismo sotto forma di malattie e infiammazioni. Decenni di esperienze del centro G. Lakhovsky hanno comprovato l’efficacia delle applicazioni dell’elettro- magnetoterapia, sia in alta che in bassa frequenza. L’effetto principale delle applicazioni con l’oscillatore consiste nel riequilibrare le cellule lese, innalzarne il potenziale elettrico, migliorarne la cinetica enzimatica, accelerando i tempi di riparazione dei tessuti e delle ossa e producendo un’azione benefica antiedematosa, antiflogistica e antalgica. Le frequenze utilizzate, inoltre apportano benefici:

-al sistema nervoso centrale e neurovegetativo
-al sistema vascolare, tramite un meccanismo riflesso vaso-dilatatore
-alla circolazione sanguigna, con l’abbassamento della viscosità e l’aumento dell’ossigenazione.

SETTORI DI UTILIZZO

L’OLOM (oscillatore a lunghezze d’onda multipla) producendo una rigenerazione di tutte le cellule del corpo, viene utilizzato, non solo in vari settori delle terapie naturalistiche ma anche in estetica.

APPLICAZIONI Oscillatore a Lunghezza d’Onda Multipla

Nel campo clinico ha dato buoni risultati in:

-problemi al sistema nervoso centrale quali parkinson, epilessia, piccoli tumori, emicranie
-Squilibri del metabolismo
-Cancro, tumori,
-Erpete corrosivo
-Mianestenia grave
-Infiammazioni croniche,
-Ferite, bruciature, dolori generici, stress, insonnia, esaurimento.

Nel campo dell’estetica facciale e del corpo, è risultato positivo nel trattamento di:

-rughe, macchie della pelle
-smagliature
-acne,
-varici
-obesità
-cellulite
-ulcere varicose

TRATTAMENTI

I trattamenti si svolgono in maniera semplice e assolutamente indolore. La persona non necessita di togliere alcun indumento e sta comodamente seduta fra i due apparecchi.

Ogni trattamento può durare dai 4 minuti, per bambini piccoli e anziani debilitati, a 25 minuti.

Durata, intensità di ogni seduta e numero di applicazioni, dipendono dallo stato individuale del soggetto e dal grado del problema.

Solitamente è consigliato un ciclo di 10 trattamenti articolati nell’arco di 8 settimane: 3 trattamenti la prima settimana, 2 trattamenti la seconda settimana, 1 trattamento a settimana per altre 5 settimane.

Se il problema è molto consistente si può estendere i trattamenti fino a 15/30 sedute.

In base alle condizioni personali è possibile anche un trattamento giornaliero per la durata e continuità da valutare caso per caso.

COMPRA QUEST’OGGETTOoscillatore a lunghezza d'onda multipla

COLD FUSION Realtà quotidiana

COLD FUSION reale

Cold Fusion
COLD FUSION REALE, RIVOLUZIONARIO, ECCO QUANTO RIPORTATO SU UN NOTO QUOTIDIANO SCANDINAVO

Pubblicazione sulla Cold Fusion (Fusione Fredda) di un noto giornale Norvegese, Aftenposten.

Ecco una sommaria traduzione di una relazione norvegese che dispone di un colloquio con il fisico Sindre Zeiner-Gundersen, che ha rivelato i dettagli di un dispositivo di fusione fredda sperimentale che opera in Norvegia che generano 20 volte più energia di quella necessaria per attivarlo!

Secondo i fisici scandinavi la Cold Fusion accade a causa della formazione di idrogeno ultradenso/ deuterio, come descritto nel lavoro ampiamente acclamato e la comprensione teorica del professor Svein Olafsson (di Sindre Phd. Supervisore in Islanda) e la norvegese Svein professor Holmlid.

Infine una teoria verificabile provata per la Cold Fusion che avviene nelle stelle microscopica all’interno di metalli comuni!

Cold Fusion
Norvegia dietro le quinte della fusione fredda di R & S industriale Laboratorio ‘nel fumo’ di Hamar.

E ‘questa la soluzione a tutti i nostri problemi energetici? Possono due ragazzi in un piccolo ufficio industriale essere seduti sulla soluzione della crisi climatica? La ‘fusione fredda’ Cold Fusion di ultra idrogeno denso ci darà automobili e aerei con la gamma illimitata. Il calore ed energia elettrica per le case permetteranno loro di scollegarsi dalla rete aziendale di potenza. O è solo un pio desiderio?

In un edificio industriale, ‘in fumo’ per non dire in una accademia nascosta in un distretto industriale norvegese circa la quale nessuno nel pubblico norvegese ha mai sentito, giace la commercializzazione e il laboratorio di R&D. Partecipa alla struttura di ingegneria il dottorando Sindre Zeiner-Gundersen ha volto l’attenzione su un piccolo reattore di metallo spesso.

Ancor prima che fosse finanziata la ricerca, ha sperimentato fino a 20 volte più energia proveniente dal reattore, come quello che ha messo in funzione. È stata la Cold Fusion la causa? Aftenposten ha scritto l’estate scorsa per la ricerca in questo campo, che non è accettata nella scienza eccellente (gentile) società. Ma ora l’American Society Fisico, APS, che fino a oggi ha disprezzato il lavoro norvegese emerso, ha iniziato a pubblicare opere di scienziati che mostrano che l’effetto è reale e offrono un modello teorico valido dimostrato tramite procedure di fisica classica.

Cold Fusion

Classica tavola del reattore a fusione superiore di Holmlid e rivelatore con schematica, può essere facilmente e relativamente a buon mercato integrato dei pezzi sottovuoto ‘off-the-shelf’ alti. Un meraviglioso contributo di energia globale ‘scienza di massaij’. Con l’offerta del Prof. Holmlid di allenamento e di aiuto a coloro che riproducono molto rapidamente l’opera, questa rivelazione di ogni dettaglio separerà molto rapidamente gli scettici patologici e la Fisica trionferà con gli ‘scienziati seri e onesti’!

{Maggiori dettagli del dispositivo sono disponibili tramite il deposito del brevetto e la biblioteca di riferimento del Prof Holmlid }

La cosa più vicina al lavoro teorico e dati di supporto testabili del Holmlid è l’energia mitica annunciato al mondo più di 25 anni fa da Martin Fleischmann e Stanley Pons come Cold Fusion “Fusinone fredda” (che va anche sotto il nome di LENR per reazione Low Energy Nuclear). La Cold Fusion fusione fredda si verifica quando l’idrogeno (in forma di deuterio) viene caricato in metalli e ‘eccitato’ in una forma o nell’altra. Gli atomi di idrogeno si fondono tra loro e rilascia contemporaneamente una quantità enorme di energia che segue da Einstein la famosa equazione E = mc2.

L’energia rilasciata è molto, molto maggiore di quella applicata per creare la reazione (s). E ‘come il fuoco nel camino, in realtà, solo che la fusione nucleare, offre un milione di volte più energia rispetto a qualsiasi processo chimico di combustione Nota dell’editore:. Immaginate la fornitura di legna da ardere per le vostre case in inverno,  moltiplicate per un milione di volte e ci sarà abbastanza legna per seppellire la città di Göteborg per ogni famiglia contenuta, invece che una sola tazza piena di ‘acqua pesante.’

A differenza della combustione la fusione fredda non cessa rapidamente senza carburante. Come molti altri ricercatori della fusione fredda hanno riportato in più di 1000 articoli scientifici  pubblicati Zeiner-Gundersen hanno eseguito esperimenti per tempi lunghi dove hanno misurato una produzione di energia che è così alto che è impossibile da spiegare completamente come ogni nota (o concepibile) reazione chimica .

Cold Fusion

Questo cambierà tutta l’energia

“La cosiddetta barriera di Coulomb tra due nuclei atomici suggerisce che ciò che vediamo qui non è possibile. Che io riconosco. Ma rilevo che succede ancora. Per questo ci siamo concentrati sulla ricerca di errori nei nostri metodi, attraverso probabilmente 1.000 giorni di prove. Il risultato varia, ma si nota ancora che la reazione ha luogo. Sto intuendo che entro tre anni, ‘la gente in tutto il mondo’ saprà pensare in modo completamente diverso sull’uenergia rispetto ad oggi. Forse, non appena 5-10 anni vedremo questo utilizzato nel settore aerospaziale, per la propulsione di veicoli, barche e aerei “, dice Sindre Zeiner-Gundersen.

Cold FusionMohammed Bin Salman, vice principe ereditario dell’Arabia Saudita, intervistato a Riyadh, in Arabia Saudita, il Mercoledì, 30 marzo 2016. Fonte: Arabia Saudita Royal Court
Mohammed Bin Salman, vice principe ereditario dell’Arabia Saudita annuncia l’Arabia si sta muovendo la ricchezza petrolifera in nuovi settori. Fonte: Arabia Saudita Royal Court.

Nota dell’editore: è la fusione a freddo di un cigno nero di energia Una serie di report rivela come seriamente una parte del mondo sta prendendo la tecnologia trasformativa Cold Fusion si rivela in notizie dalla famiglia reale saudita ed è rapido sviluppo del più grande fondo sovrano del mondo, che farà? rapidamente fanno migliaia di miliardi di investimenti esteri per spostare il paese in fretta lontano da è la dipendenza dal petrolio! Non sono solo sceicchi del petrolio che sono interessati, Bill Gates di Microsoft , come riferito l’uomo più ricco della Terra ha personalmente visitato i laboratori di fusione fredda in Europa, indulgendo il suo interesse e la storia con tecnologia ‘cigno nero’.

Una serie di report rivela come seriamente una parte del mondo sta prendendo la tecnologia trasformativa Cold Fusion si rivela in notizie dalla famiglia reale saudita ed è rapido sviluppo del più grande fondo sovrano del mondo, che farà? rapidamente faranno migliaia di miliardi di investimenti esteri per spostare il paese in fretta lontano dalla dipendenza dal petrolio! Non sono solo sceicchi del petrolio che sono interessati, Bill Gates di Microsoft , come riferito l’uomo più ricco della Terra ha personalmente visitato i laboratori di fusione fredda in Europa, indulgendo il suo interesse e la storia con tecnologia ‘cigno nero’.

Una breve storia

I ricercatori che hanno perseguito l’energia di fusione fredda da decenni sostiene che sarà possibile creare una energia che è così enormemente potente e così a buon mercato che saremo in grado di fornire energia sufficiente per alimentare una città come Hamar (dove questa ricerca di laboratorio è Sta fatta) per un anno utilizzando l’energia di energia di Cold Fusion  che proviene da un bicchiere d’acqua – senza radiazioni nocive o emissione. Tale energia sarebbe così potente che può diventare immediatamente economicamente conveniente per tirare indietro nocive di CO2 dall’atmosfera, o per fare acqua salata in acqua dolce. Sarà semplicemente la soluzione a tutti i nostri problemi energetici.

Fino a ora Cold Fusion / ricercatori LENR hanno avuto difficoltà a ottenere il materiale pubblicato nelle principali riviste scientifiche. Essi riconoscono anche che essi hanno mancato una teoria di lavoro credibile dietro i risultati sperimentali che osservano in laboratorio. La maggior parte degli scienziati ritengono che la fusione nucleare, infatti, non sarà possibile senza i livelli di energia di massa che semplicemente non possono essere prodotti in qualsiasi tavolo da laboratorio. Prendiamo ad esempio il lavoro dei fisici del CERN.

I risultati che sono venuti dalla scorsa estate sono ancora più notevole e porta con sé un più alto grado di credibilità scientifica rispetto a prima. Nel frattempo, il team qui sono gli unici fisici norvegesi che commentano il caso che si basa sulle loro nuove e solide conoscenze scientifiche ora pubblicata e più probabilmente a causa di questa nuova fonte di energia.

Rydberg Materia spiega la chimica impossibile

Cold Fusion

Rydberg Matter diagrammi a seconda Holmlid et al. Tale materia idrogeno è più denso di ciò che si trova nel nucleo delle stelle. Questo dimostra come i nuclei atomici normalmente separati possono essere schiacciate così strettamente insieme, in microscopiche ma atomicly enormi domini, in modo tale che il freddo ‘micro’ di fusione è facilmente essere fatta a verificarsi e essere controllato.u
Sindre Zeiner-Gundersen sta perseguendo un vero e proprio dottorato di ricerca presso la cosiddetta Rydberg Matter (vedi grafico) presso l’Università di Islanda. Rydbergmaterie è probabilmente un precursore di fusione fredda, secondo Zeiner-Gundersen. Egli ritiene inoltre il suo supervisore in Islanda, Svein Olafsson. Olafsson è un professore di fisica nucleare allo stato solido e da allora ha fatto sforzi 2014 che conferma anche la fusione fredda. Olafsson, che è stato presidente della Associazione islandese fisico per diversi anni e ha anche fatto esperimenti presso Isolde laboratorio del CERN, prende felicemente il telefono quando Aftenposten anelli.

Per me l’effetto Cold Fusion / LENR è una realtà sperimentale. Ho studiato alcuni dei 500 – 1000 articoli pubblicati nel campo dal 1989. Possiamo già dire che abbiamo scoperto così tanto enorme energia che questa fonte entro 5-10 anni trasformerà tutta l’energia. Ma ci vorrà del tempo prima che il mondo lo capisce. Si potrebbe confrontarlo con i fratelli Wright primo volo. Volarono nel 1903. Ma non è stato fino al 1908 che hanno rotto attraverso. La gente non ci credevano prima ancora visto. Quando tale svolta si verifica nella coscienza pubblica, ci saranno enormi risorse nel campo.

Più di 400 scienziati di tutto il mondo lavorano su di esso, ma la ricerca della fusione fredda ha un prezzo

Fino ad ora ci sono stati molto pochi e lontani tra accademici come Olafsson, che appoggiano la fusione fredda. Viene insegnato presso il Massachusetts Institute of Technology (MIT), ma all’inizio del corso gli studenti sono avvertiti che la loro scelta di studi potrebbe danneggiare la loro carriera.

Uno dei motivi per cui Olafsson ora può parlare in modo arrogante di quella che tra i fisici tradizionali è più percepito come una cosa impossibile, è che lui non è più solo. Ad esempio, l’americano il fisico accademico Robert Duncan (Texas Tech) che a mano l’associazione fisico americano ha sottolineato la necessità di fare un esame indipendente del fenomeno prima che la corrente principale si convinga.

Ora siamo una rete informale di circa 400 fisici di tutto il mondo che lavorano con la materia e guardano alla fusione fredda come reale, dice Olafsson.

Cold Fusion
Prof. Holmlid di Göteborg ha dimostrato una produzione altamente riproducibile di muoni misteriosi.

leif_holmlid1
Prof. Holmlid di Göteborg ha dimostrato una produzione altamente riproducibile di muoni misteriosi.
Un’altra ragione per cui Olafsson si sente sicuro della ricerca che è reale è il lavoro di Leif Holmlid . Holmlid è professore emerito di chimica presso l’Università di Göteborg e ha una lunga carriera. Egli ha sia aiutato a valutare i potenziali vincitori per il Comitato per il Nobel, e ha pubblicato più di 200 articoli scientifici. Diversamente dalla maggior parte dei ricercatori Cold Fusion / LENR, il lavoro di entrambi Olafsson e Holmlid molto recentemente hanno pubblicato il loro lavoro rivoluzionario Rdyberg Materia nelle prestigiose riviste della American Physical Society, con i suoi 50.000 membri è la più grande organizzazione di fisici in tutto il mondo. Non ci saranno più “mainstream” di quello.

Holmlid sarebbe ancora piuttosto essere definito un ricercatore Cold Fusion / LENR o associato al concetto di fusione fredda. (Forse si è seduto in quel corso al MIT.) Si tratta di un titolo difficile da schivare, come lo scorso autunno ha pubblicato i risultati sorprendenti dalla sua ricerca di una nuova fonte di energia in una delle riviste della American Physical Society, AIP Anticipi.

Svein Olafsson caratterizza Holmlid come segue, – Fino ad oggi, la ricerca sulla fusione fredda è tentare alla cieca, perché non abbiamo avuto alcuna teoria credibile di quello che sta succedendo. Ma con il lavoro Holmlid abbiamo un percorso che siamo in grado di iniziare a camminare. Non sarei sorpreso se Holmlid finisce con ricevendo il premio Nobel per quello che ha ora scoperto, dice Olafsson.

Impossibile secondo le leggi attuali della fisica

Ci sono diverse cose che rendono disprezzo per la fusione fredda naturale tra i fisici in generale. leggi fisiche fondamentali impongono cioè due cose: uno è che qualsiasi processo nucleare fusione / fusione deve emettere radiazioni, e la seconda è che la cosiddetta barriera di Coulomb deve essere superata per avviare la fusione.

La barriera di Coulomb è una forza tra gli atomi che impedisce le reazioni nucleari di tutti i giorni, spingendo nuclei reattivi a parte. La teoria tradizionale suggerisce che uno deve i livelli energetici degli atomi per l’equivalente di una temperatura di milioni di gradi per avviare un processo che inizierà a consentire nuclei che scontrano, si fondono e si rilasciano grandi quantità di energia attraverso la fusione.

cold fusion
rivista COLD FUSION copre primavera 1989. Notizie copertura del ritrovamento fusione fredda classificato al momento come la notizia più intensamente ricoperto nella storia, una storia più grande di mans primi passi sulla Luna! – clicca per ingrandire

rivista fusione fredda copre 1989
rivista COLD FUSION copre primavera 1989. Notizie copertura del ritrovamento fusione fredda classificato al momento come la notizia più intensamente ricoperto nella storia, una storia più grande di mans primi passi sulla Luna!
ricercatori della fusione fredda hanno per anni sostenuto che si può avviare un processo di fusione con alcune attrezzature su una scrivania. Questo ha profondamente sfidato la comunità scientifica stabilito che si sono rifiutati di accettare da quando è stato proclamato nel 1989.

La prima volta che ha dichiarato il non-a-ribalta prestigiosa American Physical Society ha denunciato chiamando per alzata di mano in una conferenza stampa e sostenendo che l’alzata di mano si è rivelato che la fusione fredda non avrebbe potuto aver luogo in quanto gli scienziati non hanno misurato neutroni sufficienti. (nota dell’editore: il ‘sommo sacerdote / inquisitori’ di APS fisica condotto questo ‘Kangaroo Court’ solo quattro settimane dopo la notizia della scoperta dell’energia di fusione fredda era andato in tutto il mondo.)

Quel misterioso Rydberg Micro Matter

I fisici allora non sapevano nulla, l’estremo tessuto ultra denso di deuterio, che Holmlid successivamente ha rilevato. Questo nuovo farmaco fusione fredda non è certamente ancora perfettamente sperimentalmente completamente verificata, ma molto vicino.

Secondo Holmlid suo Rydberg Matter ha comunque una densità locale che lo rende pesa da capogiro di 130 tonnellate. litro. Se tu avessi un cartone di latte con ultra deuterio densa in frigorifero, il tunnel di cartone un buco attraverso la vostra casa immediatamente.

La sostanza è 1.000 volte più denso del nucleo solare. Le quantità utilizzate negli esperimenti sono fortunatamente solo fiocchi ultra sottile e non è quindi pesante pericoloso. Questo materiale contiene il segreto che rende la fusione fredda è possibile, secondo Holmlid.

Penso che sia ultra deuterio denso che può spiegare tutti i risultati di esperimenti con la fusione fredda, ha detto.

Vale la pena notare che praticamente tutti Fusion Cold / esperimenti LENR utilizzano solo idrogeno e deuterio, che in diversi modi sono imballati più strettamente possibile in un metallo e quindi eccitato.

Test di fusione fredda variabilità ormai capito

In ultra deuterio densa è particelle fondamentali secondo la teoria Holmlid diventato così denso che la barriera di Coulomb non è più un ostacolo insormontabile. Con appena un po ‘di energia in più inizia a fondere nuclei ed emettono estremamente alta energia.

Questa teoria può anche spiegare perché è così difficile ripetere gli esperimenti Cold Fusion / LENR con risultati simili. Le prove possono sembrare semplici da ripetere, ed è pubblicato oltre 100 tali ripetizioni dal 1989, ma la quantità di energia che viene fuori è molto variabile di volta in volta.

La ragione è, secondo Holmlid la fusione avviene nelle zone di frattura microscopici all’interno del solido sostanze metalliche deuterio caricata. Poiché è impossibile creare l’interno di un campione metallico 100 per cento identici di volta in volta, può diventare violente fluttuazioni l’effetto di tentativi di esperimenti, a seconda esattamente come il metallo è composto.

Mysterious Muon radiazioni (Mischugenons?)

Quando Holmlid ha avviato il processo di impulso laser sul deuterio ultra denso il suo lavoro ha sempre rivelato una o l’altra forma di particelle energetiche (radiazione) fuori. Ma di che tipo? I ricercatori hanno esaminato e hanno cercato diversi tipi con diversi rilevatori. Dopo tanto rumore, hanno trovato alla fine che impulso laser ultra materia densa emette cosiddetti muoni, in contrasto con le ipotesi.

Olafsson è ormai accettato di tenere un discorso circa l’esperimento per la prestigiosa società americana Physical nel mese di aprile.

Uno dei “problemi” con entrambi i tentativi Holmlid e ricerca sulla fusione fredda è che gli esperimenti producono pochissima radiazione. Non c’è da meravigliarsi che i fisici più non credono che possa proseguire la fusione a temperatura ambiente, perché tutti la fusione in base alla (ex) ‘leggi della natura’ deve produrre abbondanti radiazioni inconfondibili e pericolosoe. Un altro articolo di Holmlid e Olafsson scoperto che anche senza impulso laser una radiazione debole nasce simile a quella rilevata nel secondo laser attivato esperimenti di fusione fredda. Olafsson pensare che ultra denso deuterio può avere due diversi metodi per condurre un processo nucleare.

Nota dell’editore: Per saperne di più un’altra scoperta della radiazione folle, mischugenons, nel 1990 descritta con l’aiuto del vero dottor Stranamore, padre della bomba all’idrogeno Edward Teller.

Ravviva la ricerca degli anni ’50

La cosa interessante con la scoperta di muoni è che questo è particelle estremamente ambite e rare. Essi possono essere utilizzati per condurre cosiddetta fusione catalizzata da muoni, che è stato scoperto già negli anni ’50. Il metodo non ha mai ricevuto una particolare attenzione perché i muoni sono troppo costosi da produrre.

Ora dunque Holmlid ha scoperto una ricca fonte di particelle estremamente ambita. Il passo successivo è ora quello di usarli per guidare un reattore a fusione. Questo ha già firmato un contratto con il cosiddetto incubatore presso l’Università di Göteborg per realizzare industrialmente.

L’idea è quella di sostituire la caldaia sporca in centrali a carbone esistenti con un reattore a fusione pura, che è anche molto più economico di operare perché quasi non richiede carburante. Già dall’inizio ci sarà più economico con un tale fusione che bruciare carbone, pensa Holmlid. Egli ritiene che tutte le necessarie scoperte scientifiche sono ora svolti. Il professore pensa che già, in 2-3 anni, potremmo vedere una nuova completamente finito tecnologie energetiche pronto per la commercializzazione su larga scala.

Purtroppo fusione muone catalizzata ordinariamente si prevede di produrre molto di radiazioni. I prossimi passi Holmlid sarà quello di raggiungere il muone fusione fredda, che quasi non emettere radiazioni. I muoni che emette sono così deboli che vengono fermati da pochi centimetri di cemento o acciaio. Inoltre muoni sono negativamente particelle cariche, elettroni in modo efficace! Ciò significa che possono essere utilizzati per produrre direttamente energia elettrica, senza utilizzare il calore per produrre il primo vapore.

Che ne dite di una centrale a fusione nel seminterrato?

cold fusion
Nota dell’editore: Forse Prof. Holmlid vorrebbe nostro Atom-Ecologia Cold Fusion semplice riscaldatore Kilowatt ™ ora in fase di sviluppo. Non è più complessa o costosa di una lampadina fluorescente compatta ordinaria alimentato da una simile piccola immissione di elettricità ancora destinato a riscaldare un’intera casa.

Il mio Cold Fusion semplice Kilowatt riscaldatore ™ ora in fase di sviluppo
Nota dell’editore: Forse Prof. Holmlid vorrebbe nostro Atom-Ecologia Cold Fusion semplice riscaldatore Kilowatt ™ ora in fase di sviluppo. Non è più complessa o costosa di una lampadina fluorescente compatta ordinaria alimentato da una simile piccola immissione di elettricità ancora destinato a riscaldare un’intera casa.
Holmlid prevede che il pubblico dovrebbe essere in grado di comprare piccola potenza fusione fredda che sarà la dimensione di un piccolo frigorifero. Tali centrali casa potrebbero produrre 15 kilowatt. Si tratta di ciò che è necessario per mantenere la vostra casa con l’elettricità. Il dispositivo non deve essere maggiore di dimensioni tali che può essere posizionato sotto il cofano di una macchina elettrica invece di batterie.

Il prezzo, secondo get Holmlid dipende dalla tecnologia laser scelta, ma probabilmente sarà a circa diecimila corone (valuta norvegese 1 Credito = 10 centesimi USD). Indipendentemente da questo costo questo sarà rapidamente recuperato il vostro per qualcuno che ha una casa, che in genere hanno 20.000 corone della spesa annua di energia.

Per coprire un piccolo paese del, come la Norvegia, il consumo di energia per un anno, Holmlid stima che ci sarà abbastanza energia fornita da circa 100 kg di deuterio. 100 kg di costi di deuterio a tassi correnti non più di 700.000 corone, questo è un mero $ 70,000! Non una buona notizia per un paese come la Norvegia, che vive di petrolio. Ma per il mondo nel suo complesso non sarebbe una cosa del genere sia una rivoluzione energetica di trasformazione assolutamente folle.

È questo troppo bello per essere vero

La grande domanda allora diventa: È questo troppo bello per essere vero? Holmlid ha pubblicato i risultati al pubblico, e il processo di base che può, pertanto, non prendere un brevetto su più. Egli ha il diritto, il mondo è proprio di fronte a una soluzione a tutto il problema del cambiamento climatico, che molti considerano essere il più grande problema dell’umanità. Quando qualcosa sembra essere troppo bello per essere vero, è ciò che spesso.

– Deuterio ultra denso non è sperimentalmente dimostrato pienamente ed è così nuovo e ci sono pochi gruppi scientifici che hanno cercato di ripetere i vostri esperimenti?

– Purtroppo, il problema più grande in questo campo è mancanza di interesse. Io vi aiuterò chiunque cercherà di replicare quello che ho fatto. Purtroppo non è così facile. Ma spero che qualcuno cerca. Sarebbe tutto molto più facile per me.

argomenti

I risultati di Holmlid e Olafsson, ei risultati anche precedenti sul campo della fusione fredda, è sempre più visto come credibile tra i fisici tradizionali. Tuttavia, non tutti, professore di fisica Dieter Röhrich presso l’Università di Bergen ha visto alcuni dei Svein Olafsson e Leif Holmlid più recenti pubblicazioni per Aftenposten e aveva anche una videoconferenza di due ore con loro per chiarire qualsiasi confusione. Tuttavia, è ancora molto critico (tendente ad essere ciò che si caratterizza come uno scettico patologico, naturalmente in modo da la sua carriera si basa sulle teorie che saranno up-finito come la realtà della fusione fredda emerge.)

cold fusion
Nota dell’editore: Antagonista / scettico Röhrich pappagalli la vista di un sacco di soldi fisica del Vaticano, alias CERN. Lui e la sua gente hanno più da perdere, come il lavoro di Holmlid diventa accettato.

Röhrich riconosce che qualsiasi radiazione dagli esperimenti sarebbe una scoperta sensazionale, ma è tutt’altro che convinto.

“Molti sostengono di aver scoperto le radiazioni sono presentati negli articoli, ma nessuna prova inconfutabile presentato. Per misurare una sorgente di radiazione sconosciuto è complicata, e non vedo che sono riusciti a farlo “, dice.

– Ma ora che il materiale è accettato dalla prestigiosa società americana Physical ed è stato peer-reviewed da loro, il quadro cambia.

– Egli ribatte, «colleghi non sono infallibili, e non possono – e non devono – controllare tutto. Esso non deve essere una specie di truffa che non voglio neanche dire. Molto probabilmente, i risultati causati da un pio desiderio. E ‘facile farsi prendere nel loro mondo e non vedere gli errori che si fanno. Questo è il motivo per cui in CERN ha diversi esperimenti che fa gran parte la stessa. Un minimo è che gli esperimenti devono essere così insignificante che possono essere ripetute. Ma io non capisco nemmeno cosa vogliono misurare – muoni, elettroni, raggi gamma o di neutroni “, dice Röhrich. Egli riconosce muoni catalizzata fusione fredda è possibile, ma osserva che la durata muone è così breve che la tecnologia è improbabile che l’applicazione pratica “.

Eppure, alla fine, che non è del tutto indifferente per esplorare ulteriormente i risultati.

Svein Olafsson è stato a guardare critiche da Röhrich.

“Capisco in realtà critiche da Röhrich bene. Abbiamo avuto una buona discussione, e sono d’accordo che probabilmente il 95 per cento di tutto ciò che è stato fatto nel campo della fusione fredda è l’errore sperimentale. La maggior parte hanno solo con la fortuna è riuscito a produrre energia. Ma l’ultimo 5 per cento è scientificamente pubblicato. Röhrich non so letteratura fusione fredda e non hanno avuto il tempo di passare attraverso tutti questi esperimenti. Perciò egli mostra un sano scetticismo che io rispetto “, dice Olafsson.

Nota dell’editore: Che i veri compagni di Holmlid hanno detto per alcuni anni in articoli pubblicati in contrasto a braccio pontificare ‘crepe saggi’.

“Se come riportato lo stato del deuterio ultradense esiste, e se è sufficientemente stabile per esistere abbastanza a lungo, potrebbe diventare per il rilascio dell’energia nucleare importante come era la scoperta della fissione nucleare Hahn e Strassmann. Lo scopo di questa nota che per motivi puramente teoriche uno stato ultradense deuterio non può essere facilmente respinto. “- F. Winterberg 2009!

Un nuovo norvegese corsa per Heavy Water?

Svein Holmlid è un chimico e il lavoro nucleare non è la sua specialità. Olafsson, che è un fisico, sottolinea tuttavia che Holmlid è a casa perché la sua prima scoperta nel 2008 è stato fatto con metodi sperimentali standard di chimica fisica, e non aveva niente a che fare con l’esotico fusione fredda / LENR.

“Esperimenti Holmlid sono strutturati in modo che ogni minimo segno di radioattività è una prova semplice, bello, forte e inconfutabile che rivela conseguenze immediate della saga e il mistero della fusione fredda. Tale fusione fredda è osservata in più di 100 articoli pubblicati a partire dal 1989. Ma gli esperimenti in cui la radioattività può essere accendere e spegnere in modo controllato – come il suo, non è possibile da qualsiasi teoria nota, “dice.

Egli fa notare che lui non ha la pretesa di aver risolto la questione e ha trovato l’unica risposta, il ‘Santo Graal’ di energia fisica.

“Ma noi affermiamo che abbiamo trovato qualcosa che richiede una spiegazione. Per progredire, dobbiamo un sacco di ulteriori ricerche e di aiuto da parte di altri gruppi. Noi tre scienziati non possono fare questo lavoro da solo “, sottolinea Sveinn Olafsson.

Diversi gruppi, naturalmente, stanno discutendo su questa nuova realtà fisica per una serie di motivi. Da dove viene l’olio nazione Norvegia mostra in questo? Può valere la pena ricordare che il nome più popolare di ‘deuterio’ è ‘acqua pesante’. Stiamo vedendo la prova di una battaglia segreta per o contro acqua pesante? Questo inizia a ricordare uno dei famosi ruolo norvegese nella produzione di acqua pesante durante la seconda guerra mondiale, presso l’impianto ultra-segreta Vermork nazista che è stato distrutto è quello che gli storici descrivono come forse la più importante azione militare della seconda guerra mondiale da parte del ‘Hero di Telemark ‘.

Padre e figlio

cold fusion
Padre e figlio fusione fredda si muove nella corrente principale industria norvegese.

Torniamo indietro al fumo (il lato industriale della città), c’è padre Sindre Zeiner-Gundersen guardare dottorato di ricerca di suo figlio. M.Sc. Giorno Zeiner-Gundersen ha anche due dottorati, è presidente della piccola norvegese AS e imposta con il denaro e il laboratorio che rende possibile per il figlio a fini di ricerca finanziata dall’industria. Oggi ha seguito il campo Cold Fusion / LENR dal 2001.

Sindres padre Giorno Zeiner-Gundersen ha anche due dottorati ed è stato ansiosamente impegnati nella fusione fredda per molti anni già.

“Norse AS visto abbastanza che ora sappiamo che la fusione fredda / LENR dà un effetto reale. Ma si dovrebbe essere molto attenti con conclusioni rapide da possibili fonti di errore sono numerosi. Vi è sorprendentemente piccola ricerca LENR in Norvegia, una disciplina che diversi giocatori di tutto il mondo sono alla ricerca. Molto gran parte della ricerca che stiamo facendo in questo paese è un po ‘troppo con un “coccole di ricerca.” (Questo è gergo norvegese per la’ ricerca incontrovertibile accogliente. ‘) Forse la crisi petrolifera otterrà Norvegia a svegliarsi? Certamente non possiamo continuare come abbiamo fatto. A 50 anni, abbiamo persone contaminate (con fumi di combustibili fossili) per quanto nel corso della storia umana. Le sfide future nel settore dell’energia devono essere risolti esaminando diverse opzioni, tra cui il controverso “, spiega Dag Zeiner-Gundersen.

Sei interessato a questa tecnologia che può salvare l’ulteriore disastro mondo?

Un importante saggio è appena apparso nel altamente sollecitato AEON Magazine da Huw Price , che è il Bertrand Russell professore di filosofia e un collega del Trinity College presso l’Università di Cambridge. Egli è anche direttore accademico del Centro per lo Studio del rischio esistenziale. Il suo saggio AEON è intitolato, “The Cold Fusion Horizon, è la fusione fredda veramente impossibile, o è solo che nessuno scienziato rispettabile può rischiare loro reputazione lavorando su di esso?” Prof. Prezzo racconta la storia di una notevole dimostrazione appena concluso in Florida, dove un megawatt di potenza di fusione fredda è stato utilizzato in un impianto industriale per più di 1 anno!

Aftenposten ha scritto diversi rapporti riguardanti vari aspetti della fusione fredda. Molto merito va a Aftenposten per il loro grande lavoro giornalista nel campo, si può leggere il testo originale della storia in Norvegese qui.

Nel tempo ci vorrebbe per avvitare una lampadina risparmio energetico è possibile condividere la buona notizia della fusione fredda nei social media
E-mail Google Facebook LinkedIn120 Reddit Di Più

Penna Della Salute

Penna Della Salute

Penna Della Salute

Penna della salute
Alcuni prototipi

Penna Della Salute, o Health Pen della KF, o Penna Della Vita. Questi sono alcuni dei nomi dati a questo splendido oggetto costruito secondo i canoni della tecnologia MAGRAVS, tecnologia destinata a rivoluzionare il nostro modo di vivere, in meglio naturalmente. I campi magneto-gravitazionali prodotti dall’interazione del rame nanorcoperto associato al GaNS di Co2, conferiscono alla punta della penna il potere di creare un plasma di energia all’avicinarsi del corpo sul punto dolente, rimettendo in equilibrio quelle cellule andate fuori frequenza che ci causano disturbi, dolori e malattia. Nella foto ne è rappresentata una costruita dal centro di ricerca Italydee prendendo come riferimento i progetti messi on line dalla  Keshe Foundation Spaceship Institute fondata dal fisico nucleare Mehran Tavakoli Keshe, scopritore della tecnologia MAGRAV che insieme a molti altri progetti brevettati e messi a disposizione di tutto il genere umano si ripropone di dare avvio ad un cambiamento epocale di tutta la civiltà umana facendo un primo passo verso la pace, la libertà, e il miglioramento della vita fisica e spirituale.

Penna Della Salute
Produzione di GaNS

Tutto ciò è possibile attraverso il semplice uso e applicazione di questa nuova disciplina scientifica che colma tutte le lacune e chiude il cerchio di tutti gli interrogativi sulla nascita della materia e sul campo energetico, saremo cosí in grado tutti di avere cibo, energia, salute, movimento, anche nello spazio piú profondo. Grazie a questa tecnologia saremo in grado di intraprendere viaggi nello spazio che neanche i piú audaci film di fantascienza hanno mai immaginato, esplorando nuovi mondi e conoscendo nuove civiltà, anche in altre dimensioni, diverse dalla nostra. Ebbene signori benvenuti nel futuro, l’accesso all’energia infinita dell’universo è iniziato partendo da questo semplice oggetto. Molte altre informazioni sull’uso le troverete qui dove potrete anche acquistarla. Questo è il sito ufficiale della KF dove troverete molte altre informazioni e dove potrete anche acquistare, per chi preferisce, le penne della KF

Penna Della Salute
P.D.S. In fase di costruzione
Penna Della Salute
Processo di Nanocopertura

La Penna Della Salute

è un oggetto in rame composto da piú elementi attorcigliati in un certo modo con una logica precisa che rispetta i principi della legge magneto-gravitazionale MAGRAV. Questi fili di rame sono Nanoricoperti ed hanno la propietà di essere un superconduttore e anche un super isolante. Attraverso il superconduttore viene fatta scivolare quell’energia di potere magnetico captata nell’universo e trattenuta dal potere gravitazionale del GaNS che la ricopre, energia che concentrata sulla punta della penna scaturisce andando a investire le cellule del corpo attraverso un’interazione plasmatica magneto-gravitazionale. Quello che avviene all’avvicinamento della penna è la generazione di un campo di plasma, piú è vicina al corpo e piú forte è il plasma generato.

Penna Della Salute
Copertura delle penne

Il procedimento di Nanocopertura richiede un lavoro attento e paziente, attraverso procedimenti con soda caustica, idrossido di potassio e fuoco, un procedimento lungo e paziente che può durare molti giorni, settimane, mesi, cosí come la lavorazione del rame e la produzione del GaNS.

Penna Della Salute
Irrorazione di GaNS
Penna Della Salute
Nanocopertura

Ogni minimo dettaglio deve essere curato nei minimi particolari. Il GaNS è un quinto stato della materia, GaNS sta per Gas Nano State cioè gas allo stato nano, nel caso della Penna Della Salute illustrata è Co2 allo stato liquido, gelatinoso, solido, e viene prodotto attraverso dei materiali Nanoricoperti e Zinco puro con un procedimento elettrochimico che può durare molti giorni, anche mesi. La Penna, una volta Nanoricoperta viene irrorata di GaNS allo stato gelatinoso e ricoperta con termorestringente e plastica liquida. Con questo comodo oggetto di facile utilizzo potremo da soli in tutta autonomia risolvere piccoli e grandi problemi di salute, evitando l’uso di farmaci, come antidoloriferi che spesso sono dannosi per gli effetti collaterali. La penna della salute si puó fare anche in modi diversi e ne esistono di diversi tipi. Siamo all’inizio di una nuova era e tutto è in evoluzione. Presto verranno presentati altri modelli con caratteristiche diverse, come gli anelli della salute e molto altro ancora.

Penna Della Salute
Anelli Della Salute

Apparecchio meccanico per forza motrice

APPARECCHIO MECCANICO PER LA PRODUZIONE, SVILUPPO ED UTILIZZAZIONE DELLA FORZA MOTRICE di FERDINANDO BENESPERI DI FIESOLE (Firenze)

Apparecchio meccanico per produrre Forza motrice. Ecco un brevetto di Ferdindando Benesperi per produrre forza motrice attraverso una sorta di teorico moto perpetuo, presentato dal nostro Michelangelo Everzari, mediologo, che sostiene che insieme ad altri progetti è stato volutamente occultato da una forza esterna per evitarne lo studio e sviluppo. Riportiamo trascritto il testo del brevetto cosí come si presenta. [Read more…]

IL CADUCEO: solo simbolo e mitologia?

Il caduceo

IL CADUCEO

IL CADUCEO

 

Parlando degli  antichi simboli condivisi da differenti  culture antiche, dobbiamo sicuramente  fare un accenno al simbolo comunemente noto come il Caduceo. L’origine mitologica  del simbolo lo fa risalire al mito di Ermes (il dio Mercurio dei Romani), figlio di Zeus e della ninfa Maia, il quale, sul monte Citerone, si imbattè in due serpenti che combattevano tra di loro. Quando Ermes, per porre fine alla lotta, gettò tra i due contendenti la verga d’oro regalatagli da Apollo, i due rettili vi si attorcigliarono immobilizzandosi: era nato il Caduceo, successivamente ornato con le ali dei calzari del dio greco.

Il Caduceo è uno dei simboli più antichi della storia dell’umanità, comune a civiltà diverse, lo troviamo per esempio a  Cartagine presso i Fenici, gli Hittiti, gli Ebrei, gli Egiziani. La sua immagine, raffigurante due serpenti attorcigliati in senso inverso intorno ad una verga ornata d’ali, è stata rinvenuta, oltre che nei templi greco-romani, su tavolette indiane dell’antica civiltà vedica e altrove. Il reperto archeologico più anticoè una coppa appartenuta al re Guda della città mesopotamica di Lagash, alla confluenza dei fiumi Tigri ed Eufrate, sulla quale è nitidamente inciso il simbolo.

IL CADUCEO

Il termine caduceo deriva dal greco Karkeion (araldo, messaggero) e rappresentava il simbolo di Ermes o Mercurio,messaggero degli dei, che lo esibiva come simbolo per dirimere le liti. Ma prima che a Mercurio, il magico bastone venne attribuito come emblema a Ermete Trismegisto, mitico progenitore dell’arte magica tradizionale, intesa come sintesi del sapere universale in ogni sua applicazione: medicina, legge morale, filosofia, religione, scienze naturali, matematica, etc. Il mito di Ermete risale alla più remota civiltà egizia, ripreso poi dalla mitologia greca che ne trasse il dio Hermes poi divenuto Mercurio con i Romani.

Omero nell’Iliade (canto XXIV) descrive così l’uso che fa  Hermes del Caduceo: “La bacchetta mediante la quale il dio incanta al suo piacere gli occhi dei mortali o sveglia coloro che dormono. Negli Inni omerici (III,529) il caduceo ermetico è detto “aureo”,  ed ha la virtù di fascinare gli occhi dei mortali e di addormentarli, di attrarre i morti dagli inferi, di cambiare in oro gli oggetti toccati. È simbolo di prosperità e di pace anche presso i Romani.

Di questo simbolo si parla anche nella bibbia sempre con il nome di “Caduceo” come bastone di Aronne fratello di Mosé.

In lingua greca vuol dire “araldo di pace”. Ancora oggi il pastorale degli archimandriti, che è a forma di T, termina con due serpenti che si affrontano, talvolta sormontati da una croceIL CADUCEO

È evidente che qualcosa di esoterico ancora sussiste nell’Ortodossia,  ma nel tempo il vecchio simbolo ha in alcuni casi  subito delle modifiche cambiando sia struttura che significato. Per la Chiesa Romana per esempio ha perso il simbolismo antico delle grandi Iniziazioni, ed è stato sostituito dal pedum (il pastorale romano) che ha cima ricurva alla maniera del pastore.

 Nel suo “Symbolisme Hermétique“, Oswald Wirth identifica i due serpenti attorcigliati sulla verga d’oro alle correnti di polarità contraria del grande agente magico, conosciuto dagli occultisti sotto il nome di Luce Astrale. L’Iniziato deve saper captare queste forze,  allo scopo di utilizzarle a tempo e luogo per dominare la Natura e ottenere effetti che il volgo ritiene miracolosi. Nei riti massonici e cristiani esoterici si attirano con la mano sinistra le forze diffuse nel Tempio (Etere, Mercurio dei Filosofi), e con la mano destra le si concentrano su se stessi  (coagulazione e fissazione del Mercurio).
 In Oriente il simbolo dei due serpenti attorcigliati alla verga trova riscontro nelle due correnti,Pingala e Idâ che si avvolgono al Merudanda: la prima è di colore rosso, calda e secca, paragonata al Sole e allo Zolfo alchemico, mentre la seconda, Idâ, è fredda e umida come il Mercurio alchemico e viene correlata alla Luna per il suo argenteo pallore.
IL CADUCEO
Il caduceo è costituito da un bastone dotato di due ali e simboleggia il primato dell’intelligenza che si pone al di sopra della materia per poterla dominare per mezzo dell’intelligenza; i due rettili che si accoppiano sono visti come il simbolo della polarità del bene e del male tenuta in equilibrio dal Dio che ne controlla la forza. Essi sono attorcigliati in senso inverso fino alla sommità e posti l’uno di fronte all’altro. In questo intreccio il serpente maschio, di ascendenza solare, è posto a destra, mentre quello femmina, di ascendenza lunare, è posto a sinistra.
Il caduceo indica  la capacità di conciliare tra loro gli opposti, creando armonia tra elementi  diversi come l’acqua, il fuoco, la terra e l’aria. Per questo motivo ricorre frequentemente anche in alchimia, quale indicazione della sintesi di zolfo e mercurio.

Riferito all’Universo, indica la capacità di dominare il caos e di porre ordine in esso, creando armonia tra le diverse tendenze che ruotano intorno all’asse del mondo (Axis mundi).

IL CADUCEO

Metafisicamente, rappresenta la discesa della materia primordiale nella materia grossolana.

Riferito al corpo umano, indica il potere taumaturgico di colui che è in grado di portare armonia in un organismo malato.IL CADUCEO

Nei giorni nostri lo vediamo spesso usato al posto del bastone di Asclepio, associando il caduceo con la medicina, specialmente negli Stati Uniti. Il simbolo è invece usato in Italia come emblema dell’Ordine dei Farmacisti, anche se storicamente i due simboli ebbero significati distinti.
Secondo alcuni autori, sia il bastone di Asclepio, con un serpente attorcigliato, sia il caduceo di Hermes, con due serpenti, deriverebbero dall’antico metodo, tuttora in uso, di estrazione dai tessuti sottocutanei della femmina adulta di Dracunculus medinensis (metodo diffuso in molte regioni rurali dell’Africa e del Medio Oriente) per arrotolamento su un bastoncino; l’operazione, che poteva durare giorni, doveva essere eseguita da medici molto esperti, perché il verme non si rompesse durante l’estrazione.
Il Caduceo è presente anche nell’iconografia cinese dei draghi alati (che a differenza di quelli occidentali hanno accezione positiva e sono  simbolo di benessere), nella leggenda azteca di Quetzalcoatl  (il Dio che rinasce in forma di serpente piumato), nella filosofia indiana (dov’è associato all’albero della vita) e nell’esoterismo buddista (che accomuna il sacro bastone all’asse della terra).
IL CADUCEO

È significativo che anche l’insegnamento tantrico ponga il simbolo in relazione ai meccanismi sia dell’universo sia del corpo umano: in quest’ottica, i due serpenti rappresentano la forza primordiale (Kundalini) che si leva dal fondo della schiena per innalzarsi su per la spina dorsale attraverso i vari chakra, fino alla fontanella del cranio, sede dell’energia pura da cui scaturisce lo spirito evolutivo dell’uomo.

IL CADUCEO

Secondo la cultura orientale il caduceo illustra chiaramente il concetto base del Corpo sottile. Le vorticose energie ascendenti dei serpenti producono un vortice di potenza che viene usato nel Tantra per la trasformazione personale. I due serpenti sono associati con le immense energie solari e lunari e rappresentano la parte destra e sinistra del corpo. Si intersecano tra di loro e attraversano in continuazione il Grande Fiume centrale.
Secondo una variante del mito il Caduceo rappresentato con due serpenti avvolti a spirale, è la rappresentazione fisica del bene e del male presenti nell’intero mondo, tenute in equilibrio dalla bacchetta del dio Ermes (oppure Asclepio), che ne controlla l’equilibrio.

Il Doppio Serpente, fra le immagini archetipiche, è tra le più antiche e diffuse. La ritroviamo nell’incisione sopra la coppa libatoria del re Mesopotamico Gudea ( 2000 a.c.), nell’immagine del caduceo alchemico, in quella del caduceo ermetico, compare dipinta su un altare azteco, mirabile esempio di arte precolombiana ( xv sec). Addirittura in una miniatura ( x sec.) raffigurante Adamo ed Eva, nell’immagine di un serpente a due colori che si attorciglia intorno al tronco di un albero. Come rappresentazione della Kundalini che si innalza avvolgendosi lungo i sette chakras.

IL CADUCEO
IL CADUCEO

Per quanto riguarda la presenza dei serpenti va ricodato che gli antichi, come narra Plinio, davano al serpente intelligenza e sentimenti particolari, tanto che certi serpenti di Soria non offendevano quelli del paese mentre erano terribili contro i forestieri. Quest’animale era tenuto dagli antichi in grande considerazione per la sua vita misteriosa e sotterranea, per la sua capacità di secernere veleni mortali e per la sua grande velocità pur senza organi motori, nonché per la sua capacità di ipnotizzare le sue prede. Il serpente è  simbolo di potenza: lo troviamo sulla testa dei re d’Egitto, come ornamento e simbolo insieme. Inoltre, il Caduceo è un simbolo che veniva rappresentato sui monumenti egiziani costruiti prima di Osiride: astronomicamente la testa e la coda dei due serpenti rappresentavano i punti dell’eclittica in cui il Sole e la Luna si incontrano, quasi in un abbraccio.

Nella Bibbia il serpente possedeva una doppia valenza, aspetto ambiguo tra i valori simbolici di vita e morte, fecondità e tentazione. Mosè aveva un bastone con serafino in bronzo attorcigliato dotato di poteri tali da consentire di ridare vita ai moribondi. Nel libro dei Numeri è riportato che il popolo di Israele, per l’insofferenza a cibarsi di manna nel deserto, fu punito da Dio con il morso di serpenti velenosi. Dietro mediazione di Mosè, poi Dio stesso suggerì un rimedio:”Fatti un serpente, e mettilo sopra un’asta: e accadrà che, chiunque sia morso, se lo guarda vivrà. E Mosè fece un serpente di rame, e lo mise su un’asta, e accadde che, se un serpente aveva morso qualcuno, quando questi osservava il serpente di rame restava in vita” (Num. 21:8-9). Si sviluppa così la prerogativa duplice del caduceo: il bastone inteso come mediatore e il bastone che salva dal male e dal pericolo ridonando la vita a chi era in procinto di perderla

E’ leggittimo pensare alla reminiscenza di un contatto con esseri anguiformi: tale interpretazione è stata propugnata da vari studiosi. Credo, però, che, se concentrassimo l’attenzione non tanto sul serpente, i cui significati sono numerosi ed anche antitetici, ma sul materiale con cui fu costruito,  il bronzo (o rame), e su come questi materiali sono stati impiegati, si potrebbero scoprire interessanti correlazioni, ad esempio con l’oro che secondo la Torah, rivestiva sia all’interno sia all’esterno, il legno di cedro con cui era stata costruita l’Arca dell’Alleanza. Il collegamento con l’Arca è individuabile pure in una tradizione, secondo la quale in origine la cassa conteneva un serpente, poi l’effigie di un dio serpente. Questo animale ricorda, per i suoi movimenti sinuosi e repentini, la folgore. Quindi è lecito pensare che si tratti di  manufatti che hanno lo scopo di operare con la corrente…

IL CADUCEO

Nelle antiche scritture e nelle rappresentazioni figurative di molte cultura, appare sovente il caduceo che, per il genere umano rappresenta l’antenna di comunicazione con “DIO” che è l’universo ordinato.

Si racconta che Dio disse a Mosè di avvolgere sul suo bastone dei fili di rame intrecciato, ma Mosè essendo un uomo poco pratico   ed ammalato affidò il compito al fratello, il grande sacerdote Aronne. Il bastone di Aronne, che era vetusto di anni e consunto dall’uso, dopo tale operazione, germogliò improvvisamente e fece dei prodigi al cospetto del faraone. Questi  con lo stesso artifizio riusci a replicare, coi sui maghi, lo stesso prodigio di far intrecciare due serpenti in un bastone alato.

Secondo la leggenda bibblica Mosè aprì le acque del mar morto con quel bastone caduceo, che quando veniva   battuto o sulla roccia faceva sgorgare acqua pura dalla roccia viva. Un bastone prodigioso che Dio o chi per lui ha voluto fosse interloquitorio coll’ordine dell’universo e che è il più antico, primordiale simbolo della rozza comunicazione tra l’universo e gli animali viventi. Il simbolo rappresenta in se stesso una simmetria bilaterale pari e contraria che andrebbe interpretata come riordino del caos universale, l’autentica comunicazione di Dio con le intelligenze da lui dispensate alle forme viventi. Il povero Shmitt a distanza di migliaia di secoli riprodusse la “caduceus coil”, una riproduzione efficiente di riordino di ciò che abbiamo perso coi nostri pensieri in ogni frazione di millesimi di secondo in pensieri  ordinati spesso recepiti sotto forma telepatica da altri individui che fanno parte di quella stessa intelligenza. Pensieri che involontariamente o volontariamente trasmettiamo e comunichiamo e che viene volgarmente interpretata come  forma di magia.

IL CADUCEO

IL CADUCEO
IL CADUCEO

Nella leggenda biblica si trova un’altro passo di un bastone parzialmente scortecciato (a formare un caduceo?) che Dio chiese a Giacobbe di costruire e gettare nella fonte dove si sarebbero abbeverate le pecore pregne, facendo in modo che le stesse pecore vedessero quel bastone. Quelle pecore pregne che avevano visto quel bastone immerso nell’acqua partorirono agnelli chiazzati che spettavano a Giacobbe mentre gli agnelli bianchi al suocero Labano. Con questo stratagemma pare che nascessero tutti  agnelli chiazzati. Ora trattiamo questi eventi tratti da testi antichisimi quindi prendiamo il racconto nel suo complesso per il suo valore semantico non certo per la sua scientificità.

Su una statuina in oro, raffigurante il Faraone Ramsete II, così come in alcune incisioni della cultura fenicia, cartaginese, greca e romana, si può osservare una strana sfera sormontata da due “antenne”, che per l’archeologia tradizionale svolgerebbe una “funzione esclusivamente rituale”. Va ricordato, tuttavia, che sia presso i Sumèri (epopea di Gilgamesh) che presso i Romani (il dio Mercurio) la “sfera con le antenne” veniva stilizzata nel caducéo, il magico bastone con due serpenti avvinghiati, che consentiva ai possessori di accedere ad altri “mondi” e ad altre “dimensioni”. Per questi motivi, Mario Pincherle ha ipotizzato che il caducéo fosse in realtà una “bussola pelasgica” , così come appare in alcune raffigurazioni provenienti dall’antico recinto cartaginese di Tanit e oggi ricostruita con materiali moderni, perfettamente funzionante (link).

L’interpretazione del caduceo come strumento di navigazione, (una vera e propria bussola ante litteram), deriva dall’interpretazione di alcuni reperti, come per esempio una stele Cartaginese, dove troviamo il Caduceo montato come strumento di navigazione a prua di una nave punica. Dalla struttura della nave raffigurata sembra poter dedurre che essa è databile tra il V e il IV secolo a.C, avendo la prua ricurva in avanti e il ponte molto alto, come nelle navi di quel periodo. Il rostro posto davanti ai paramezzali farebbe poi pensare ad una vera e propria trireme da guerra. Ma quel che più ci interessa è la ‘sfera’ sormontata da una sorta di ‘corna’ e munita di due ‘nastri ‘ fluttuanti al vento.

Secondo l’interessante ipotesi avanzata da Pincherle, la ‘sfera’ rappresentava un sensibilissimo ‘giunto girevole’ che permetteva la rotazione dell’elemento magnetico della bussola, una vera e propria ‘calamita’, le cui ‘espansioni polari’ erano raffigurate appunto come ‘corna’.La sfera munita dell’elemento sensibile al campo magnetico terrestre poteva, sotto l’effetto del vento, trascinare in deriva di qualche grado la bussola ma veniva riportata nella corretta posizione proprio grazie ai due nastri avvolti a spirale sul calamo, l’asse meccanico della bussola, che agivano come molla di ritorno..

IL CADUCEO

Una interpretazione fuori dal coro ma che vale la pena di considerare rispetto alla simbologia del caduceo la troviamo  nel concetto di terza forza che abbiamo trattato in questo articolo. I due serpenti rappresentano le due forze contrapposte che generano la terza forza e il caduceo è il mezzo in grado di intercettarla. Questa energia che sembra nascere spontaneamente dal nulla, che sembra  quindi avere una valenza  divina,  ha affascinato i popoli antichi e ha fatto nascere la mitologia legata ai poteri del caduceo.

Secondo la tradizione ebraica il “verme divino” era considerato un attrezzo di origine celeste; raramente veniva affidato agli umani; ad essi il Signore “dovette trasmettere saggezza e conoscenza perché fossero in grado di eseguire i lavori”. Di esso il trattato Abot, che fa parte del Talmud babilonese, ci dice che fu creato da Dio nei sei giorni della creazione del mondo e che venne portato dal cielo agli uomini dal “guardiano del cielo Ashmedai” (un Vegliante poi demonizzato con il nome di Asmodeo), e che Mosè lo utilizzò nel deserto per costruire l’Efod, il pettorale di Aronne (munito dei misteriosi Urim e Tummim di cui si parla nel secondo capitolo).
IL CADUCEO
Lo Shamir era custodito nel Tempio di Gerusalemme (e prima, prevedibilmente, nell’arca dell’alleanza); secondo lo Zoar, spaccava e tagliava ogni cosa, tant’è che “per la costruzione del Tempio di Gerusalemme, grazie al suo utilizzo, durante i lavori, non si udì rumore di martelli, scalpelli, picconi o di altri utensili (1 Re 6,7 e Talmud babilonese). Come un moderno strumento laser, effettivamente, non produceva rumore; adoperato per tagliare e forare, se ne conoscevano di diverse grandezze. Re Salomone ne cita uno piccolo “come un chicco di grano”. Questa tecnologia rivoluzionaria andò peraltro perduta. Nel trattato Mishnajot si dice che “quando il Tempio di Gerusalemme fu distrutto, lo Shamir sparì…”.
Nelle mitologie della Mesopotamia, dell’Egitto e della Grecia, l’albero, con il serpente accanto o attorcigliato ad esso, era l’Albero della Vita della Grande Madre Dea, e il serpente era la sua forma manifesta nel tempo, che ininterrottamente muore e si rinnova, simile alla luna che esce dalla sua ombra come il serpente sguscia dalla sua pelle. Su entrambi i lati di questo Albero della Vita, Axis Mundi, siedono o si ergono, in numerose opere d’arte, le incarnazioni femminili e maschili di questo mistero centrale: la dea stessa in riconoscibile forma umana, e il suo consorte, che, come il serpente e la luna, muore suo amante e rinasce suo figlio, in un rituale raffigurante il processo continuo alla base dei cicli visibili di vita e morte.
IL CADUCEO
Nella Figura 1, la femmina seduta è la Dea Madre sumera dell’Età del Bronzo e il serpente in spire verticali dietro di lei è l’immagine del suo potere rigenerativo. Dall’altro lato dell’albero, in identica postura, siede il figlio-amante, detto “Figlio dell’Abisso: Signore dell’Albero della Vita”, il cui ruolo di fecondatore della fonte di vita è rappresentato dalle corna taurine sulla sua testa. Poiché il serpente e il toro posti ai due lati del sigillo sono entrambi immagini delle manifestazioni di vita e morte incarnate dalla dea, si crea un’autentica immagine speculare, di unificazione degli opposti in un’unica visione. Inoltre, sia la madre che il figlio-amante tendono la mano verso il frutto che pende dall’Albero della Vita, offrendo contemporaneamente i doni, lei dell’immortalità e lui dell’illuminazione. E’ la storia perenne del matrimonio sacro di zoe ebios, rappresentato in molteplici forme – Inanna e Dumuzi, Ishtar e Tammuz, Iside e Osiride, Afrodite e Adone, Cibele e Attis –, tutte immagini di riconciliazione e di affermazione.