Immagazzinare energia solare fotovoltaica

IMMAGAZZINARE ENERGIA SOLARE FOTOVOLTAICA A BASSO COSTO, UNA SOLUZIONE CONCRETA

Une solution béton pour stocker l’énergie solaire à faible coùt

IMMAGAZZINARE ENERGIA SOLARE

Secondo l’ingegnere francese  ANDRE’ GENNESEAUX sarebbe possibile immagazzinare l’energia solare fotovoltaica a basso costo evitando l’uso delle batterie. Con il calcestruzzo!

Qui di seguito riporto per esteso la sua presentazione alla TED event al salone di Parigi, starà a voi giudicare.


ANDRE’ GENNESEAUX
Ho trovato un modo per risolvere il problema energetico, con calcestruzzo. Si, cemento. Non per costruire dighe o impianti di energia eolica, ma concretamente per il problema della rete, illuminazione, riscaldamento.
Mi spiego. Lo sapevate che l’energia più economica oggi è l’energia solare?

immagazzinare energia solareCon il drammatico calo del prezzo dei pannelli solari, ora, se si mette un pannello solare in una zona ben illuminata, si ottiene un chilowattora con 2 centesimi. È due volte meno di energie convenzionali… e inquinanti. Oltre ad essere più economico, l’energia solare è estremamente abbondante.

immagazzinare energia solareIl quadrato rosso nel Sahara, il quale rende circa un quarto della Francia, rappresenta la superficie di pannelli solari per alimentare elettricamente l’intero pianeta. Quindi, se l’energia solare è così a buon mercato e così abbondante, perché non è veramente la nostra principale fonte di energia? Perché c’è un problema: l’intermittenza. Di giorno c’è il sole, ma di notte non c’è nulla.
immagazzinare energia solareLa curva a campana dimostra che l’energia solare arriva modo concentrata nel bel mezzo della giornata. Ma il nostro consumo è piuttosto costante. Esso può essere rappresentato dalla linea bianca. Se vogliamo alimentare la nostra rete elettrica con un sacco di energia solare, è assolutamente necessario immagazzinare a mezzogiorno l’energia in eccesso (giallo) per usarla la sera immagazzinare energia solaree la notte. immagazzinare energia solareStoccare non è un problema tecnologico, si tratta di un problema ecomomico. È noto per immagazzinare l’energia elettrica sulle batterie, ma non è chiaro come immagazzinare energia con profitto con le batterie. La batteria, come il litio per il telefonino, opera secondo una reazione chimica. Ad ogni ciclo di carica/scarica, si usura e perde la sua capacità. Deve essere sostituita ogni pochi anni. E quando si calcola il costo di stoccaggio in batterie troviamo che è molto alta. Si è stimati a dieci centesimi per chilowattora. immagazzinare energia solareCosì l’energia solare, una volta immagazzinata nelle batterie, non è affatto interessante. E non è redditizia, ha bisogno di sussidi, non può crescere. Quindi io non sono un chimico, io sono un ingegnere meccanico. Ho lavorato solo pochi anni con Total sui motori, vado al Detroit Auto Show e vedo una startup che offre la sostituzione del “volano” con le batterie sulle auto elettriche. Nessun volano sull’auto, no. Un volano è un cilindro o un disco che gira ad alta velocità per immagazzinare energia in una forma chiamata “energia cinetica”. IMMAGAZZINARE ENERGIA SOLAREIl volano è stato fatto finora in acciaio. immagazzinare energia solareNegli ultimi anni abbiamo anche fatto ruote in carbonio. Il grande vantaggio di sorvolare sulle batterie, è che ha una durata illimitata. Purtroppo per le auto elettriche il volano si è rivelato troppo pesante. Ma ho avuto la convinzione che quando il peso non è importante, il volano aveva un enorme potenziale per lo stoccaggio di energia rinnovabile, e ho creato la mia azienda (Energiestro). Con la mia squadra di 4 persone abbiamo fatto volani in acciaio e ghisa. Eravamo nel Santo Graal e tutti attualmente alla ricerca di: la stoccaggio a basso costo. Ma i materiali convenzionali sono troppo costosi, ho dovuto trovare qualcosa di completamente diverso. L’anno scorso ho avuto un’intuizione: era necessario testare il calcestruzzo. E ho scoperto che il calcestruzzo è un materiale straordinario per immagazzinare energia. immagazzinare energia solareIn effetti è concretamente in grado di immagazzinare 10 volte più convenientemente dei materiali convenzionali. E posso dirvi che una vita di ingegneria spesso non riesce a fare un grande progresso del genere in così poco tempo. immagazzinare energia solareCosì, naturalmente, tu mi dici: se è così facile, perché non ci ha pensato nessun altro prima? Perché il calcestruzzo è incompatibile con il volano. Il calcestruzzo non può resistere alla trazione: se si tira, si rompe. Oppure un volano, quando gira, è molto soggetto a importante forza centrifuga che lo pone in uno stato di trazione intensa. Se si fa con un cilindro di cemento, esplode non appena si attiva. La mia soluzione è quella di comprimere il calcestruzzo con una potenza serpentina tutto intorno, tale che il calcestruzzo rimane in compressione fino alla velocità massima. Per semplicità, diremo che abbiamo infilato come un arrosto. Questo Solar stoccaggio volano, lo abbiamo chiamato VOSS. immagazzinare energia solareAllora, come funziona? Quando vi è l’energia solare in eccesso e va immagazzinata, usiamo un motore elettrico per ruotare il volano in modo più rapido, e accumulare energia cinetica. La velocità massima che viene raggiunta è la velocità di un aereo: poco meno di 1000 km/h. si ha molta velocità. Ma non c’è attrito perché abbiamo vuotato l’aria intorno alla ruota, che ci permette di conservare l’energia per diverse ore. Per recuperare energia, il sistema è invertito: è la ruota che aziona il motore che, in quel momento, produce energia elettrica da generatore. Così qui, con l’intuizione, dopo molto raginamento concreto, abbiamo trovato un modo per immagazzinare l’energia a costi molto bassi:immagazzinare energia solarecirca 2 centesimi per chilowattora. La combinazione di calcestruzzo combinato con pannelli solari fotovoltaici porta a disposizione energia rinnovabile di giorno e di notte, ad un costo inferiore rispetto agli inquinanti. Attualmente questa tecnologia è in fase di sviluppo. Il nostro progetto a breve termine è quello di dotare i piccoli territori, piccole reti elettriche come la Corsica, Guadalupe, Reunion, villaggi africani, che sono alimentate essenzialmente da generatori, in modo da sostituire il carburante di questi gruppi da energia solare. immagazzinare energia solareE il nostro più grande progetto a scadenza di quattro o cinque anni, è quello di creare grandi impianti fotovoltaici in luoghi molto soleggiati, come deserti, in modo da alimentare la rete globale con un modo pulito, energia a basso costo, energia solare redditizia senza sovvenzioni. Inutile dire che dopo tutti questi anni di ricerca, sono entusiasta di vedere la nostra tecnologia arrivare sul mercato dell’energia e rivoluzionarlo. Perché con tale modo di stoccaggio a basso costo, le energie rinnovabili saranno nalmente in grado di sostituire l’energia inquinante. Grazie. Perchè

links: le mond, wikipedia